Uno sguardo al futuro: gli 8 trend che hanno un impatto sul ruolo del CFO

Rakesh Duggal, Senior Manager per Deloitte, durante un webinar con Annette Melatti, Senior Director del Solution Marketing per l'ufficio del CFO di Workday, esplora i trend che stanno plasmando il futuro del Finance e discute di come i leader del Finance dovrebbero tenerne conto nel loro operato quotidiano.

Image placeholder

Negli ultimi 18 mesi, la funzione Finance ha attraversato un periodo di rapida trasformazione, acuita dall'impatto della pandemia globale. Durante un recente webinar con Annette Melatti, Senior Director del Solution Marketing per l'ufficio del CFO di Workday, Rakesh Duggal, Senior Manager presso Deloitte, ha discusso dei trend che segneranno il futuro del Finance nei prossimi cinque anni.

In questo articolo, Melatti chiede a Duggal di esplorare a fondo questi trend e di spiegare in che modo i leader del Finance dovrebbero tenerne conto nel loro operato quotidiano.

Durante il webinar, hai discusso di alcune delle maggiori sfide per i CFO. Quanto sono significative?

Il nostro report, "Finance 2025: la digital transformation nel Finance", ha messo in luce in che modo lo shock della pandemia ha accelerato otto trend che stanno ridefinendo il Finance. I CFO stanno analizzando il modo in cui collaborano con l'azienda e cercando di capire come possono cambiare le attuali modalità di lavoro e collaborazione per creare maggior valore per l'azienda. All'interno del Finance, stanno cercando di modernizzare la loro tecnologia senza grossi investimenti e di costruire processi a prova di futuro scalabili e capaci di stare al passo con il cambiamento.

Quali sono i trend che Deloitte ha rilevato nella ricerca "Finance 2025" e in che modo i CFO ne stanno tenendo conto?

Penso sia importante analizzarli nel dettaglio. Per prima cosa, dobbiamo prendere in esame la nuova fase di evoluzione del Finance. Con un uso sempre più pervasivo dell'automazione nei processi del Finance, le transazioni saranno touchless. Ciò significa che la tecnologia eliminerà i passaggi nei processi di transazione, sostituendo il lavoro manuale spesso necessario per trasferire dati e transazioni tra sistemi non unificati. Si potrebbe dire che si tratta dell'inizio di un percorso verso un Finance più fluido.

Poi dobbiamo guardare al ruolo del Finance. Grazie a processi altamente automatizzati, il Finance raddoppierà gli insight aziendali e i servizi offerti. Le skill di chi lavora in quest'ambito dovranno cambiare. Si passerà a insight più analitici basati sui dati, mentre sul luogo di lavoro si affermeranno nuove interazioni tra tecnologia e forza lavoro umana.

Il terzo trend riguarda il ciclo del Finance. Il Finance darà risposte alle esigenze in tempo reale e il ricorso a report periodici e indicatori chiave come fatturato, spese, flusso di cassa e inventario diventerà costante. Operazioni e decisioni saranno basate su analytics in tempo reale e non più su report periodici, o meglio sugli aggiornamenti offline che i team Finance ricevono ed elaborano tra un ciclo e l'altro.

Anche il self-service è nell'elenco degli otto trend del report "Finance 2025", giusto? Come dovrebbe reagire il Finance?

Giusto. Il quarto trend riguarda il self-service, un elemento che diventerà la norma, specialmente con la diffusione degli strumenti digitali. In questo ambito, alcune funzioni del Finance si devono scontrare con molte difficoltà, in particolare a causa dei modelli di sicurezza richiesti per lavorare su una piattaforma, ma il numero di utenti del Finance che operano in autonomia è destinato ad aumentare.

Il quinto trend riguarda i modelli operativi del Finance. Mentre l'automazione sta facendo emergere una forza lavoro più diversificata, si stanno affermando nuovi modelli di distribuzione. E forza lavoro diversificata significa integrazione di freelancer, collaboratori occasionali e crowdsourcing. Le aziende valuteranno i vantaggi dell'automazione anche per quanto riguarda le operazioni onshore e offshore. Nel complesso, il Finance richiederà modelli operativi decisamente più collaborativi di quelli che abbiamo oggi.

"Per il Finance è fondamentale diventare più agile e usare i dati come valuta per produrre insight di valore."

Rakesh Duggal Senior Manager Deloitte

Gli ultimi tre trend sono particolarmente importanti, specialmente per l'evoluzione del Finance, vero?

Si potrebbe dire che questi trend esistono già da un po' di tempo, ma penso che abbiano assunto un significato nuovo nel corso degli ultimi anni e che giocheranno un ruolo importante in futuro. 

Il sesto trend dell'elenco è l'Enterprise Resource Planning (ERP). Le applicazioni e i microservizi del Finance sfideranno il grande e monolitico ERP. Invece di concentrarsi esclusivamente sulla registrazione delle transazioni, gli ERP si concentreranno su analytics e insight per supportare l'evoluzione del Finance. Le applicazioni di nuova generazione consentiranno un decision-making più rapido tramite analytics in tempo reale.

Il prossimo trend da prendere in esame riguarda i dati. Il Finance avrà il compito di fornire dati più precisi e dovrà farlo più velocemente che mai. A questo fine, la governance dei dati, di cui nessuno si occupa mai abbastanza, giocherà un ruolo fondamentale. Le aziende dovrebbero mettere in ordine i loro dati in modo che possano essere condivisi tra i team per generare valore, specialmente perché questi set di dati stanno diventando sempre più numerosi.

L'ultimo trend, quello che ritengo diventerà il più importante, riguarda il modo in cui le aziende si rapportano con la forza lavoro e il posto di lavoro. I dipendenti svolgeranno nuove attività in nuovi modi ed è fondamentale fare in modo che sviluppino una mentalità orientata al servizio clienti. I nuovi talenti dovranno possedere capacità di storytelling piuttosto che di analisi dei numeri. Il Finance dovrà adattarsi o rischierà di soccombere. Tutto questo deve integrarsi con un modello più flessibile geograficamente, in grado di includere i lavoratori in remoto.

La digitalizzazione è chiaramente al centro di questi cambiamenti, ma che impatto sta avendo sulle aree tradizionalmente problematiche come il Finance operativo, che storicamente ha assorbito la maggior parte delle risorse?

Alla base di tutti questi trend c'è il digitale. I processi aziendali si basano sull'interazione tra lavoro umano e tecnologia e l'uso di skill e talenti diversificati è una tendenza in continua espansione. Per il Finance è fondamentale diventare più agile e usare i dati come valuta per produrre insight di valore. 

La tecnologia trasformativa è alla base di questa evoluzione e sta aprendo opportunità inedite per il Finance. Per il Finance operativo, in particolare, ne possiamo individuare tre. La prima è l'elaborazione di transazioni touchless.

Si stima che il 90% dei processi di elaborazione delle transazioni verrà automatizzato e i compiti di routine, come la ricerca di dati e l'inserimento di convalide, saranno eseguiti da bot finanziari o attività digitali. 

La seconda opportunità riguarda la disponibilità di dati in tempo reale. La chiusura dei conti così come la conosciamo ora, dispendiosa in termini di tempo ed energie, cesserà di esistere. Leader e manager potranno accedere, invece, a informazioni finanziarie accurate in qualsiasi momento. 

La terza opportunità riguarda la centralizzazione. Nell'ambito di questa evoluzione, le risorse passeranno a centri di gestione fisici e virtuali o finance factory, come abbiamo detto prima. E il bisogno di skill operative diminuirà, mentre quello di skill strategiche e tecnologiche continuerà ad aumentare.

Automazione e aumento dell'efficienza aprono la strada a un Finance più strategico e a una migliore collaborazione con i principali stakeholder?

Penso proprio di sì. Per il Finance aziendale ci sono enormi opportunità legate alla qualità delle analisi. Le principali parole chiave sono "prevedibile", "ricco di insight" e "integrato". 

"Prevedibile" significa che il focus passerà dal report sui risultati passati alla previsione dei risultati futuri e il Finance identificherà in modo proattivo le opportunità di miglioramento della performance e interagirà con le aziende per trasformare le opportunità in azioni. 

Con "ricco di insight" ci riferiamo al fatto che i nuovi report legati alle funzionalità di automazione e self-service aumenteranno le possibilità di creazione di insight. Il Finance estenderà l'uso delle tecnologie di visualizzazione e narrazione per aiutare l'utente aziendale ad avere una migliore comprensione della realtà aziendale e a dare un senso ai dati finanziari. 

Con "integrato" ci riferiamo ai maggiori collegamenti tra Finance e pianificazione e analisi operative. La funzionalità self-service offrirà gli utenti aziendali un maggiore accesso ai dati.

Infine, il Finance specializzato del futuro avrà la possibilità di aumentare l'efficienza e potenziare le proprie capacità. Grazie all'automazione, sarà più efficiente e potrà migliorare l'accuratezza e la velocità di compiti ripetitivi, come il reporting fiscale di routine, mentre grazie all'adozione di blockchain a livello di ecosistema, ridurrà i tempi e i costi di elaborazione e potrà persino eliminare interi processi. Il Finance specializzato avrà una funzione più strategica, perché il suo focus passerà da attività transazionali ad aree ad alto valore aggiunto, quali ad esempio strategia fiscale, tesoreria e pianificazione degli scenari dei rischi, inclusa un'analisi più predittiva. E infine potrà sfruttare nuove funzionalità, come controlli automatici e strategie di copertura predittiva, che ottimizzeranno la capacità di rispondere agli eventi e proteggeranno meglio le risorse aziendali.

Per ulteriori informazioni sulla digital acceleration nel Finance ed esempi concreti della trasformazione del Finance, guarda il webinar completo on-demand.

Leggi di più