Perché i CFO dovrebbero chiedere qualcosa di più della semplice velocità al loro fornitore di servizi cloud

I CFO necessitano di un fornitore di servizi cloud che li aiuti a chiudere i loro conti e riportare i risultati rapidamente. Tuttavia occorre offrire loro anche le informazioni necessarie per poter articolare chiaramente una visione strategica e discutere delle opportunità di crescita futura. Leggi le nostre Domande e Risposte con Terrance Wampler, general manager, Workday Financial Management.

Image placeholder

Il movimento del capitalismo degli stakeholder ha subito accelerazione nel 2021. Investitori, dipendenti e comunità desiderano che le aziende forniscano informazioni più trasparenti sul loro modo di operare e continuano a chiedere: "Perché è entrata in affari, qual è il suo scopo?" Questo comprende l'impegno dell'azienda verso le questioni ambientali, sociali e per una governance aziendale corretta, nonché una valutazione di come i fattori ambientali, sociali e di governance impattino il livello operativo e i valori. 

Con questa attenzione alla trasparenza, i CFO e i team Finance sono concentrati sulla chiusura della contabilità e su una rapida comunicazione dei risultati, per offrire in modo puntuale informazioni finanziarie ad investitori e ad altri stakeholder fondamentali . 

Tuttavia la velocità non è la sola cosa che conta. Mentre è indubbiamente un obiettivo di tutti i CFO, risulta essere anche importante la qualità delle informazioni comunicata agli investitori e agli altri stakeholder, che cercano informazioni sul potenziale di crescita, sul sentiment e sullo slancio dei clienti, sullo scopo e i valori di un'azienda e sulla sua resilienza in un ambiente economico incerto. 

Noi di Workday riteniamo che le due domande chiave che i leader finanziari dovrebbero porsi sono: "Cos'altro dovrebbe aspettarsi un esperto di finanza da un fornitore di servizi cloud e com'è la vera eccellenza?

In queste domande e risposte, Terrance Wampler, general manager, Workday Financial Management, discute di quanto i CFO dovrebbero aspettarsi dal loro fornitore di servizi cloud, e del perché la velocità da sola non è l'unica risposta quando si tratta di chiudere la contabilità.

Su cosa si dovrebbe concentrare il Finance quando si tratta di chiudere la contabilità e presentare i risultati?

Togliamo per un secondo dall'equazione la velocità e concentriamoci invece su quanto i dati debbano essere approfonditi. Numerosi sono i fattori che determinano quando un'azienda presenta e riporta dei guadagni. La velocità è un fattore, ma la sostanza del report e la telefonata che si fa con gli investitori e le parti in causa sono un metro migliore per giudicare la qualità della strategia prossima e globale.

Nelle ultime conversazioni di Workday sui guadagni, emerge la centralità che per la leadership di Workday rivestono pipeline solide e crescita delle prenotazioni, slancio del settore e del mercato, nuove acquisizioni di clienti, investimenti in prodotti chiave come la Workday Adaptive Planning e le nostre offerte per analytics, gestione della spesa e employee engagement. Emerge inoltre l'abilità di Workday di soddisfare le esigenze dei clienti. Solo la parte finale della discussione verte sul rendimento finanziario, su orientamento e analisi.

Questo approccio è diverso dal percorso tradizionale di alcuni fornitori, il quale riassume essenzialmente il rendimento finanziario sottolineando quali clienti sono stati sottratti ad fornitori. Si tratta di un sistema superato, che non delinea la direzione strategica dell'azienda. L'approccio di Workday invece guarda al futuro e sottolinea l'attenzione alla possibilità di fornire soluzioni innovative e trasformative ai clienti per fare sì che le loro aziende possa prosperare. Il Finance dovrebbe dedicare il resto del suo tempo, prima di dedicarsi i conti, ad elaborare le note elaborando chiaramente visione strategica e slancio dei clienti. Si può fare questo solo se si usa un sistema di gestione finanziaria in grado di fornire dati che permettano di guardare al futuro.

Dal punto di vista tecnologico, ho sentito parlare di chiusura zero-day. È questa un'evoluzione a cui dovrebbero puntare i leader del Finance?

Uno degli obiettivi di una chiusura zero-day o touchless è poter chiudere i conti velocemente e avere accesso a dati aggiornati, grazie all'inserimento continuo di dati durante tutto il periodo. Una chiusura zero-day è lo scopo per cui il nostro team Finance lavora insieme ai nostri clienti, i quali, durante la pandemia e non solo, hanno toccato con mano l'incredibile vantaggio di poter chiudere la contabilità in modo virtuale e accedere alle informazioni in ogni momento, in qualunque luogo. 

Il Finance dovrebbe dedicare il resto del suo tempo prima di presentare i conti, a elaborare le note e ad assicurare di poter articolare chiaramente la sua visione strategica e lo slancio dei clienti.

Una chiusura zero-day fa apparire essenziale la velocità, ma in realtà parliamo nuovamente dell'importanza della profondità dei dettagli dei dati. Il modo in cui Workday gestisce la sua chiusura fa affidamento sulla contabilità continua. Ciò significa avere accesso in tempo reale ai rendiconti finanziari durante tutto il mese, non solo a fine periodo. Ciò è possibile solo perché Workday ha una architettura degli oggetti in memoria che non richiede l'elaborazione di lotti. A mano a mano che vengono elaborate le transazioni, la contabilità ad esse associata è immediatamente disponibile su dashboard e in rendiconti finanziari consolidati, eliminando la necessità di integrare i dati in un'altra soluzione in cloud per compiere le operazioni che facciamo in modalità nativa. Inoltre non si crea alcun disturbo alle operazioni giornaliere durante la chiusura, disturbo che penso ogni professionista della finanza abbia qualche volta sperimentato con l'uso dei sistemi finanziari vecchio stile. Questo è qualcosa che molti dei nostri clienti stanno facendo o intendono fare ora.

Da un punto di vista finanziario, perché l'"architettura" è una componente così importante?

Vediamo un esempio. Parlare di un libro mastro generale sottile o spesso è diventata irrilevante oggi, perché le soluzioni moderne di gestione aziendale in cloud, come Workday, sono state studiate per affrontare i limiti che esistevano nelle applicazioni finanziarie del passato. 

Un modello di architettura dei dati per oggetti in-memory di per sé permette il supporto dei segmenti necessari a produrre i rendiconti finanziari. Per sua natura un modello per oggetti dà la flessibilità necessaria per collegare altri utili attributi alle transazioni finanziarie, compresi dati su clienti, fornitori, dipendenti, regione o campagna, dando immediato accesso anche ai dati che supportano la reportistica gestionale e operativa, senza dover uscire dal proprio sistema di registrazione principale. 

Un altro aspetto unico di questo modello di dati per oggetti: è stato studiato per il cambiamento. Dato che l'azienda deve evolvere, supporta facilmente l'aggiunta di nuovi attributi, come l'inserimento di un'acquisizione, o l'aggiunta di un nuovo canale digitale o sito geografico. Mentre alcuni fornitori di servizi cloud potrebbero offrire libri contabili "illimitati", ogni libro mastro viene ancora configurato durante l'implementazione. È immutabile, incapace di evolvere insieme alle necessità dell'utente.

I CFO devono potersi rivolgere ad un'unica fonte di dati per prevedere con precisione e ottenere informazioni utilizzabili per una moltitudine di necessità di reportistica e di analisi.

Il Finance necessita di una architettura flessibile e adattabile che permetta agli utenti di creare una nuova entità aziendale o dimensione in pochi minuti, piuttosto che dover contattare IT perché lo faccia per lui. I CFO devono pensare alla rapidità con cui possono creare un nuovo modello aziendale all'interno del loro sistema finanziario o completare l'inserimento di un'acquisizione in pochi giorni o settimane piuttosto che in mesi.

Quali capacità deve richiedere il Finance al suo sistema per fornire dati e informazioni necessari al resto dell'organizzazione?

A livello fondamentale, il Finance dovrebbe disporre di una fonte affidabile di dati con cui poter effettuare transazioni, analisi, report e pianificazione. Questo è il punto! Di qui, è possibile vedere come Finance può fornire all'azienda dei punti di vista su misura per le loro necessità. Ad esempio, i diversi rami di attività possono vedere informazioni significative per loro con accesso alle transazioni, come dati su clienti, fornitori e dipendenti.

Finance deve poter combinare i dati con le informazioni provenienti da altri sistemi operativi o specifici del settore, per creare un quadro completo di quanto accade in tutta l'azienda.

Questo tipo di analisi profonda è anche ciò che permette al team dirigenziale di dare visibilità a tutte le parti in causa, non solo relativamente al rendimento finanziario, ma anche su questioni ambientali, societarie e di governance.   

Se si potesse fare un quadro di ciò su cui i CFO dovrebbero concentrarsi e chiedere al loro fornitore, come sarebbe?

Iniziamo dal fatto che non ci sarebbero tempi di attesa per l'elaborazione di lotti. La finanza avrebbe accesso immediato e continuo a rendiconti finanziari consolidati, pianificando e supportando il dettaglio del livello di transazione. Questo significa che il libro mastro ha una grande capacità dimensionale e fornisce un contesto immediato alle attività aziendali e alla contabilità ad esse associata e disponibile a richiesta. Questo è l'unico modo per dare a Finance completa visibilità.

I CFO e i loro team devono potersi rivolgere ad un'unica fonte di dati per poter prevedere con precisione e ottenere informazioni utili per una moltitudine di esigenze di reportistica e di analisi. Questo approccio riduce al minimo i silos di dati in ogni reparto e promuove una cultura in cui tutti sono fiduciosi di operare da un'unica fonte di verità in tempo reale.

Un grande esempio di dati applicabili proviene dal nostro stesso presidente e CFO, Robynne Sisco. Robynne è una grandissima fan delle dashboard di Workday e ne usa parecchie per gestire l'azienda, dalla dashboard gestionale, che le dà una prospettiva a livello aziendale in tempo reale di ciò che realmente accade rispetto alla pianificazione; la dashboard di chiusura periodo, che le fornisce aggiornamenti istantanei per sapere a che punto si trovano i suoi team nel processo di chiusura periodo; e la dashboard di cassa, che le permette di riallocare in modo dinamico il surplus di cassa per prepagare i fornitori, spostare gli investimenti in progetti prioritari o accelerare la spesa in iniziative chiave. 

Pertanto, chiudere i conti rapidamente è importante, avere le informazioni applicabili di cui si ha quotidianamente bisogno per prendere le decisioni è ciò di cui i CFO e le loro aziende veramente necessitano per avere successo. I CFO devono anche accertarsi che il fornitore di loro scelta sia allineato ai valori della loro azienda, comprese le considerazioni su ambiente, sociale e governance. Lavorare con un fornitore concentrato anche su un più ampio numero di parti in causa aiuta ad assicurare che non vi sia conflitto con i propri obiettivi.

Leggi di più