In che modo il Finance deve innovare le skill per prosperare nell'era digitale

Nel mondo post pandemia, molti aspetti dell'attività lavorativa saranno totalmente diversi. I CEO si rivolgeranno pertanto ai responsabili Finance perché non solo sono versati in contabilità, ma perché possiedono background operativi più ampi e un mix di esperienze aziendali più vasto.

Image placeholder

L'anno 2020 ha portato con sé trasformazioni sociali, politiche ed economiche. Mai prima d'ora le aziende avevano dovuto affrontare lockdown completi che le hanno costrette a cambiare modi e luoghi in cui operare. Tuttavia, ogni sfida comporta delle opportunità. Si potrebbe pensare che non c'è mai stato momento più opportuno per il Finance di rivestire un ruolo di primo piano, dato che i CEO guardano sempre di più al Finance per definire direzione e strategia aziendale. 

Una volta il Finance era considerato un ruolo puramente legato ai numeri, ma oggi combina i compiti tradizionali con la risposta a una crescente richiesta di analisi e insight basati sui dati a sostegno della crescita e della strategia. Tutto questo sta avvenendo in un contesto di grandi cambiamenti normativi e aziendali.

Tali forze stanno ridefinendo il ruolo del Chief Financial Officer (CFO) e di altre posizioni chiave, come il controller, il responsabile della pianificazione e dell'analisi finanziaria, il tesoriere e il revisore. Al di là della tradizionale carriera in ambito finanziario della maggior parte dei manager del Finance, quali skill, conoscenze, aree di interesse e capacità interpersonali dovranno padroneggiare i responsabili Finance di domani? In questo articolo, valuteremo quali sono le skill emergenti e più tradizionali necessarie perché il Finance possa diventare la guida strategica di cui il top management ha bisogno.

La nuova normalità implica nuove aspettative e nuove skill

Se da un lato i compiti del Finance si sono evoluti, lo stesso è avvenuto anche per la complessità delle aree chiave, come la gestione della tesoreria, la fiscalità e l'auditing. Ciò significa che servono competenze più ampie e nuove skill. Oggi i manager del Finance sono spesso responsabili di settori come la gestione del rischio e supervisionano funzioni aziendali chiave come l'IT. Redigere il bilancio non è più la funzione principale del Finance.

Il termine "nuova normalità" può essere diventato un tormentone, ma, nel mondo post pandemia  che arriverà, molti aspetti dell'attività lavorativa saranno totalmente diversi. I CEO si rivolgeranno pertanto ai responsabili Finance perché non solo sono versati in contabilità, ma perché possiedono background operativi più ampi e un mix di esperienze aziendali più vasto.

Questa progressiva trasformazione delle skill è emersa chiaramente dall'indagine svolta dallo studio di consulenza aziendale Korn Ferry, da cui è risultato che nelle 1000 più grandi aziende americane quotate, la percentuale di CFO che sono anche commercialisti abilitati è passata dal 50% circa del 2014 a circa il 36% l'anno scorso.

Secondo lo stesso studio, inoltre, il 45% dei CFO intervistati ha affermato che le due competenze più importanti per il futuro del Finance sono la gestione di informazioni operative (reporting e analisi) e la capacità strategica, entrambe considerate più importanti di skill prettamente finanziarie.

"Diversificazione" sembra essere la parola chiave per parlare delle skill necessarie per i professionisti del settore Finance. Quando devono scegliere i manager finanziari per le loro aziende, i CEO non voltano le spalle a candidati con background finanziario, però richiedono una rosa più ampia di capacità.

"Indipendentemente dalla formazione iniziale, la persona giusta in tale ruolo deve avere una serie di competenze in evoluzione", ha dichiarato al Wall Street Journal Bob Ryan, consulente aziendale presso la Shields Meneley Partners, un'azienda di consulenza professionale per posizioni di alto livello.

La data science, una skill fondamentale per i leader del Finance

L'accesso a dati e insight fruibili sono fondamentali per aiutare le aziende a cogliere nuove opportunità di mercato, migliorare le esperienze dei clienti, migliorare la pianificazione aziendale e supportare cambiamento e innovazione. I CEO si affidano ai CFO e ai team Finance per ottenere analisi e insight che supportino strategia e decisioni.

I CFO e i team Finance dovranno capire come sfruttare i dati, e non solo i semplici numeri, per raccontare una storia aziendale che spieghi il contesto e le ragioni di una decisione e risponda a scenari ipotetici.

Ilya Strebulaev, professore di finanza alla Stanford University, ritiene che sarà fondamentale essere esperti nell'analisi dei dati. "Viviamo ora in un mare di dati e abbiamo la tecnologia necessaria per valutarli e prendere decisioni relativamente a consumatori, concorrenti, mercati e molto altro" afferma. "I CFO devono sapere usare tutti questi dati, non solo quelli finanziari, per avere una visione completa del business e guidare il processo decisionale. Le aziende che non lo fanno non sopravvivranno."

La tecnologia avrà un ruolo chiave per rendere i dati accessibili e rilevanti, in tempo utile.  Nuovi sistemi di gestione finanziaria cloud, database in-memory, funzioni di visualizzazione e mobilità permettono ai responsabili Finance di andare oltre la semplice analisi dei dati storici per accedere a insight in tempo reale sulla performance aziendale. E sta persino diventando più facile condividere questi insight con altri responsabili aziendali, rafforzando ulteriormente le partnership.

Guardando avanti, i team Finance useranno sempre di più analytics avanzati per formulare analisi predittive e previsioni migliori. Conoscere tecnologia e sistemi, e capire se sono in grado di migliorare la qualità degli insight, l'efficienza operativa e l'agility, sarà fondamentale.

Robynne Sisco, copresidente e CFO di Workday, concorda. Ha spiegato: "Se penso ai responsabili finanziari di domani e alle loro funzioni, ritengo che dovranno capire come utilizzare la tecnologia per cambiare il loro modo di operare. Vogliamo vedere il Finance passare meno tempo a registrare e verificare numeri e più tempo a correlare i dati e a spiegare le implicazioni all'azienda - applicando la lente finanziaria ai processi decisionali.

Il percorso del Finance per diventare una funzione più strategica dipenderà molto dalla sua capacità di procurarsi le skill che permettono di adottare le tecnologie digitali, come l'intelligenza artificiale e il machine learning. Ciò richiede skill più tecniche e una maggiore collaborazione con i responsabili IT.

I CEO si affidano ai CFO e ai team Finance per ottenere analisi e insight che supportino strategia e decisioni.

Collaborazione e stretta partnership con il CIO

L'importanza della collaborazione tra CFO e CIO risulta chiaramente dal report 2020 dell'ACCA/PwC intitolato "Finance Insights – Reimagined" in cui si sottolinea la necessità per i responsabili Finance, i responsabili della gestione delle informazioni e della tecnologia di lavorare insieme. "Chiaramente il CFO ha un ruolo significativo da svolgere nella gestione dei dati di tutta l'azienda. Il rapporto tra il CFO e i responsabili dei dati e dell'IT è fondamentale. Questa dinamica è certamente in evoluzione, e se i CFO del futuro decidono di ignorarla, lo fanno a loro rischio" sottolinea il report.

Ilya Strebulaev, della Stanford University, sottolinea l'importanza della collaborazione tra CFO e CIO nel creare un'azienda maggiormente guidata dai dati, ma sostiene che sarà necessario imparare a capirsi meglio. Con una collaborazione più stretta, queste due figure possono anche valutare quali tecnologie e sistemi finanziari occorrono per supportare i CFO e le maggiori responsabilità dei loro team.

"I CFO devono collaborare strettamente con i CIO in questa rivoluzione guidata dai dati e aiutarli a capire di quali informazioni hanno bisogno", sostiene Strebulaev. "In passato la difficoltà risiedeva spesso nel fatto che parlavano lingue diverse, perciò migliorare il canale di comunicazione sarà importante."

Etica e fiducia: skill fondamentali per i responsabili finanziari

È interessante notare che, oltre alle skill tecniche e finanziarie, ci sia l'esigenza e il desiderio che i responsabili finanziari portino in azienda etica e fiducia. Secondo il report "The CFO of the Future" della Association of Chartered Certified Accountants (ACCA) e dell'Institute of Management Accountants (IMA), la capacità di agire secondo una prospettiva etica è una qualità potente del CFO e della comunità finanziaria in generale. In questo studio, Gwen van Berne del RIPE NCC ha commentato che "Gli standard etici sono importanti e lo diventeranno sempre di più per il CFO, dato che questo è un elemento importante della narrazione. Occorre saper giustificare come vengono generati i profitti e che tipo di KPI si usano per far crescere l'azienda."

Questa scuola di pensiero è appoggiata da Gina Mastantuono, CFO di ServiceNow, che nel suo blog su Forbes ha affermato che "L'esperienza aziendale e finanziaria sono requisiti minimi. Sono le skill interpersonali come empatia, curiosità, coraggio e creatività, combinate con il fiuto per gli affari, che trasformano un'organizzazione finanziaria in un partner strategico."  

Data la velocità e l'entità del cambiamento, il mancato sviluppo di skill adeguate è una grave minaccia per i team Finance. Nello studio di PwC "Finance Insights – Reimagined" il 55% degli intervistati ha affermato che il loro ruolo potrebbe diventare obsoleto in cinque anni senza un'adeguata riqualificazione delle loro skill. Fortunatamente imparare nuove skill e colmare i gap stanno diventando una priorità per questa funzione. La ricerca di PwC  ha rilevato che il 17% ci sta già lavorando, con un ulteriore 15% che prevede di farlo.

Leggi di più