L'impegno di Workday a favore dell'equità: a che punto siamo

La nostra Chief Diversity Officer Carin Taylor riflette sul movimento per l'equità e la giustizia sociale e ci aggiorna sui piani di Workday per aumentare le assunzioni e lo sviluppo di talenti tra le minoranze, continuare a promuovere una cultura dell'appartenenza, costruire prodotti e tecnologie inclusivi e rafforzare le nostre comunità.

Image placeholder

L'anno scorso ha acuito l'attenzione verso le numerose sfide che dobbiamo affrontare a livello globale – salute, giustizia sociale, immigrazione, atti di violenza e razzismo, un clima politico sempre più divisivo – spingendoci a farci carico di queste tematiche con grazia e sostegno reciproco in un momento in cui cercavamo comprensione per gestire le nostre difficoltà personali.

La fine di maggio segna un anno dall'uccisione di George Floyd, e anche un momento di profonda riflessione. La lotta per la giustizia sociale non è iniziata o finita quel giorno, ma quell'avvenimento ha segnato un punto di svolta perché il dolore e la rabbia si sono trasformati in attivismo in diverse città del mondo e molte aziende hanno iniziato a impegnarsi in modo tangibile per promuovere l'equità.  

In Workday, malgrado i progressi ottenuti, abbiamo voluto scavare più a fondo per ripensare, rivalutare e in alcuni casi ricostruire le nostre iniziative a favore di un cambiamento positivo e sostanziale. Ci siamo riuniti per affrontare questo importante compito, mettendo insieme un team dedicato per affrontare quattro aree chiave: assumere e sviluppare talenti tra le minoranze, promuovere una cultura dell'appartenenza, costruire prodotti e tecnologie inclusivi e rafforzare le nostre comunità con obiettivi specifici per ciascuna di esse. Mentre lavoriamo per realizzare questi obiettivi e integriamo i principi di VIBE™ (Value Inclusion, Belonging, and Equity) nel nostro modo di pensare e agire, abbiamo imparato che la strada che porta al cambiamento non è sempre veloce o lineare, ma sono comunque fiduciosa per i progressi che stiamo facendo. Nonostante i risultati in alcuni ambiti possano richiedere più tempo, noi continueremo a preparare il terreno, a rivedere i nostri processi, a sviluppare nuovi programmi e a imparare strada facendo. 

Ecco una scorecard che testimonia alcuni nostri progressi, seguita da dettagli e spiegazioni:

Assumere e sviluppare talenti tra le minoranze

Aumentare la nostra quota di persone di colore e latinoamericani negli Stati Uniti è un obiettivo centrale per noi e anche se il cambiamento richiede tempo, stiamo iniziando a vedere risultati positivi, come è stato notato sopra. Ecco un paio di esempi: la presenza di persone di colore in Workday è passata dal 2,5% di quando abbiamo annunciato le nostre iniziative al 3,1% alla fine di aprile. Nello stesso lasso di tempo, la presenza di latinoamericani nel management è passata dal 3,5% al 4,6%. Con le nuove assunzioni previste per quest'anno, prevediamo l'opportunità di avere un impatto maggiore sui nostri obiettivi triennali

Nel quadro dei nostri sforzi per attrarre e trattenere talenti diversificati, stiamo rinnovando la nostra strategia di acquisizione dei talenti ampliando i nostri programmi di diversity per la selezione del personale e le partnership. Abbiamo inoltre avviato un corso di formazione obbligatorio per tutti i responsabili del personale che insegna come attrarre, selezionare, assumere e far crescere meglio i dipendenti di ogni origine sociale.

Promuovere una cultura dell'appartenenza

Per supportare il nostro obiettivo di investire in programmi di sviluppo professionale e formazione che aumentino la visibilità e le opportunità per talenti di colore e latinoamericani, abbiamo creato il percorso The VIBE Way Workday per tutti i colleghi. I primi due corsi di formazione obbligatoria contengono importanti lezioni sull'appartenenza e la diversity sul posto di lavoro. Una nuova serie sulle pratiche di assunzione inclusive supporta il nostro obiettivo di assicurarci che tutti i gruppi demografici sviluppino un senso di appartenenza bilanciato.

Ulteriori iniziative comprendono il recente lancio di due programmi di crescita professionale, che offrono esperienze su misura volte ad aumentare visibilità e opportunità, comprese quelle di leadership, per i talenti delle minoranze sottorappresentate.

Un fattore cruciale per il cambiamento è analizzare ogni nostra convinzione sulla questione razziale e gli effetti che ha sul nostro modo di interagire con il mondo.

Creare prodotti e tecnologie inclusivi

Ci gratifica che i clienti stiano adottando le nostre soluzioni VIBE, VIBE IndexTM e VIBE CentralTM che contribuiscono a realizzare il nostro obiettivo di mettere a disposizione dei clienti prodotti e soluzioni innovativi per misurare e valutare la diversity e l'appartenenza sul posto di lavoro.

Da quando abbiamo lanciato queste soluzioni lo scorso settembre:

  • Più di 700 clienti hanno partecipato a workshop gratuiti offerti da Workday e dai suoi partner (tra cui Alight, Collaborative Solutions, Deloitte, Huron e Kainos) che caldeggiavano l'adozione di strumenti VIBE come VIBE Central.

  • Tre early adopter sono operativi con VIBE Index e due nuovi clienti hanno firmato di recente.

  • VIBE Index ha ottenuto un riconoscimento nell'ambito dei World Changing Ideas Awards di Fast Company, un'iniziativa che dà risalto alle aziende che guidano il cambiamento nel mondo.

Rafforzare le nostre comunità

Abbiamo rispettato il nostro impegno di donare 10 milioni di dollari per iniziative di giustizia sociale e abbiamo donato altri 2 milioni di dollari a sostegno delle organizzazioni che assistono la comunità asioamericana delle isole del Pacifico. Oltre al nostro investimento finanziario, continueremo a collaborare con più di 30 aziende che ci aiutano a portare avanti iniziative di sviluppo della forza lavoro tramite l'offerta di formazione, stage e opportunità di lavoro a candidati con background non tradizionali, e la nostra iniziativa interna di volontariato Opportunity in Action.

I punti salienti delle nostre attività:

  • Un nuovo programma di formazione alle vendite a marzo, in collaborazione con il partner no profit Dream Corps. Quasi il 90% dei partecipanti alla formazione ha ricevuto un'offerta per entrare nel team commerciale di Workday.

  • La nostra prima classe di apprendisti a Dublino, Irlanda, in collaborazione con Fasttrack into IT.

  • Un programma di preparazione allo stage con CodePath, con cui 25 stagisti universitari inizieranno in Workday all'inizio di giugno. Gli studenti del programma avranno diritto a uno stage tradizionale nell'estate del 2022.

  • La borsa di studio Workday VIBE, che offre fino a 15.000 dollari agli studenti provenienti da ambienti storicamente svantaggiati che intraprendono un percorso di laurea.

Il livello di attivismo che si registra tra le comunità, le generazioni, i gruppi etnici, le regioni e le aziende è incoraggiante, ma ancora insufficiente.

Autocritica e solidarietà

Mentre rifletto sui passi avanti che Workday ha fatto nell'ultimo anno, sono orgogliosa di ciò che siamo stati in grado di realizzare e so che dovremo lavorare insieme per approfittare di questo slancio verso il futuro. Il livello di attivismo che si registra tra le comunità, le generazioni, i gruppi etnici, le regioni e le aziende è incoraggiante, ma ancora insufficiente. A livello aziendale, siamo più forti insieme, quando collaboriamo e condividiamo. 

A livello individuale, un fattore cruciale per il cambiamento è analizzare ogni nostra convinzione sulla questione razziale e gli effetti che ha sul nostro modo di interagire con il mondo. Dobbiamo saper affrontare un eventuale ritorno negativo che può aprirci gli occhi su comportamenti che ci sono stati insegnati e che potrebbe essere necessario modificare o scardinare. Questa onesta autovalutazione è una parte fondamentale del processo di miglioramento e di crescita.

Solidarietà, compassione, empatia e sostegno reciproco sono gli ingredienti chiave necessari per muoversi nella giusta direzione. Se da una parte riconosciamo i passi avanti che abbiamo fatto, dall'altra dobbiamo anche riconoscere le sfide da affrontare, il processo di pacificazione da iniziare e il lungo ma importante cammino che ci aspetta. Noi di Workday rinnoviamo il nostro impegno in questo senso.

Leggi di più