Un approccio strutturato per diversity e appartenenza

Tutti devono sentirsi apprezzati per il lavoro che svolgono e il contributo speciale che danno. Con il VIBE Index, vogliamo aiutare le aziende a dotarsi degli strumenti necessari per creare una forza lavoro più forte e inclusiva.

Image placeholder

Le ricerche confermano in modo sempre più inequivocabile che ciò che fa bene ai dipendenti fa bene anche all'azienda: attenzione alla diversity, una cultura aziendale incentrata sull'appartenenza e pratiche eque applicate globalmente. In un recente webinar, Josh Bersin, analista del settore a livello globale e preside della Josh Bersin Academy, ha riportato i risultati di un sondaggio Glassdoor secondo cui un'elevata percentuale di dipendenti e candidati all'assunzione afferma che non prenderebbe nemmeno in considerazione un'azienda che si dimostrasse poco inclusiva.

Tuttavia, anche se molte aziende portano avanti iniziative a sostegno di diversity e inclusione, i progressi desiderati tardano ad arrivare. Prendiamo come esempio la posizione del CEO. Nel 2021, solo 40 CEO dei Fortune 500 sono donne, quattro sono neri e solo uno è una donna nera. La mancanza di diversity fra le alte cariche aziendali è evidente, ma il problema riguarda tutti i livelli aziendali. 

Uno dei principali nodi che le aziende devono sciogliere consiste nell'andare oltre la semplice definizione degli obiettivi di diversity e inclusione e arrivare ad assegnare la responsabilità della loro realizzazione ai dirigenti e all'azienda nel suo complesso. Un altro problema deriva dal concentrarsi esclusivamente sulla diversity. La diversity è essenziale, ma ancora più importanti sono il senso di appartenenza e l'inclusione dei dipendenti. Una persona può iniziare a lavorare per un'azienda ma, se non sviluppa un senso di appartenenza, non resterà a lungo.

L'appartenenza influenza anche la produttività. La Harvard Business Review ha rilevato che i dipendenti con maggior senso di appartenenza lavorano di più e sono più motivati. In effetti, la ricerca ha rilevato un miglioramento del 56% delle performance sul lavoro e una riduzione del 75% dei giorni di malattia tra i dipendenti che provano un maggiore senso di appartenenza.

Nel 2021, solo 40 CEO dei Fortune 500 sono donne, quattro sono neri e solo uno è una donna nera.

Una soluzione innovativa basata sulla nostra esperienza

Noi di Workday abbiamo affrontato le stesse sfide e, avendo lavorato sulle nostre stesse iniziative di appartenenza e diversity, sappiamo di avere un'opportunità di accelerare il cambiamento. C'è ancora molto lavoro da fare pertanto abbiamo raddoppiato i nostri sforzi in questo senso.

Una delle iniziative che abbiamo intrapreso è stata adottare un approccio strutturato per misurare i risultati che chiamiamo VIBETM (Value Inclusion, Belonging, and Equity). Sono infatti questi gli attributi che usiamo per misurare il livello di inclusività, integrazione ed equità della nostra azienda.

In un momento in cui tutte le aziende valutano le proprie iniziative a favore di appartenenza e diversity e definiscono gli obiettivi per gli anni a venire, vogliamo condividere ciò che abbiamo imparato. Ecco le azioni chiave che secondo noi permettono alle aziende di comprendere meglio la propria forza lavoro:

  • Analizzare l'intersezionalità, cioè come i vari componenti dell'identità di un dipendente – quali etnia, genere, disabilità o orientamento sessuale – si combinano per influenzare la sua esperienza professionale.

  • Misurare i risultati del percorso professionale del dipendente.

  • Individuare le disuguaglianze.

La ricerca ha rilevato un miglioramento del 56% delle performance sul lavoro e una riduzione del 75% dei giorni di malattia tra i dipendenti che provano un maggiore senso di appartenenza.

Il VIBE Index

Questi elementi combinati insieme formano il VIBE IndexTM, lo strumento di Workday per la valutazione di inclusione, appartenenza ed equità.

Abbiamo creato il VIBE Index per misurare la nostra performance nel corso del ciclo di vita dei dipendenti (assunzione, promozioni, leadership, appartenenza e abbandono) e fare un raffronto tra i risultati di gruppi di dipendenti diversi. L'indice VIBE fornisce questi dati sotto forma di punteggi facili da interpretare e da utilizzare per confrontare tra loro i risultati di diversi gruppi e individuare gli ambiti che richiedono maggiore attenzione.

Tutti dovrebbero sentirsi apprezzati per il lavoro che svolgono e il contributo speciale che danno. Vogliamo aiutare le aziende a dotarsi degli strumenti necessari per dare il loro contributo. Il nostro obiettivo è mettere a tua disposizione ciò che ti serve per fare progressi significativi nel tuo percorso verso integrazione, appartenenza ed equità.

Per saperne di più, leggi il nostro e-book in due parti: "Fostering Diversity and So Much More With VIBE" e "Advancing Your Belonging and Diversity Journey".

Leggi di più