Servizi professionali e aziendali: colmare il gap dell'accelerazione digitale

All'evento Workday Industry Insights EMEA, esperti, clienti e responsabili del settore hanno discusso di come le società di servizi professionali e aziendali stiano supportando le aziende nel percorso di accelerazione digitale, aiutandole a sviluppare le skill e le soluzioni indispensabili per avere successo nel nuovo mondo del lavoro.

Image placeholder

Il gap dell'accelerazione digitale è reale. Le aziende faticano a stare al passo con i rapidi cambiamenti del mercato, annunciati dall'emergere di nuovi operatori, nuove tecnologie, nuove metodologie di lavoro ed esigenze dei clienti in continua evoluzione. Quasi tre quarti dei CEO intervistati hanno dichiarato che per loro il maggiore ostacolo alla velocità è l'operatività frammentata, mentre l'80% dei CdA ritiene che occorra troppo tempo per prendere decisioni. Una situazione simile nel pieno della grande accelerazione rischia di danneggiare le aziende.

Ora che finalmente il mercato sta iniziando a ritrovare un po' di stabilità dopo le turbolenze degli ultimi 18 mesi, le società di servizi professionali e aziendali, con il loro ampio ventaglio di competenze specialistiche, possono aiutare le aziende a rafforzare il proprio vantaggio competitivo. Per farlo, devono premere sull'acceleratore della loro digital transformation.

In occasione del Workday Industry Insights EMEA, esperti, manager del settore e clienti hanno discusso del contesto aziendale odierno e di come le società di servizi professionali e aziendali stiano colmando il gap dell'accelerazione digitale aiutando le aziende di tutto il mondo a sviluppare le skill e le soluzioni fondamentali per ripartire.

 

Le aziende devono allineare la propria strategia di talent management alle esigenze future del business e, in un mercato in cui la domanda urgente di talenti supera l'offerta, upskilling, reskilling e cross-skilling del personale possono essere la soluzione.

Lo skill gap: il tallone d'Achille delle aziende

Nel percorso verso l'accelerazione digitale, la strategia di gestione del personale rappresenta spesso una zona d'ombra. Ma trascurare questo aspetto può rallentare notevolmente il processo di trasformazione di un'azienda. 

Nel 2021, la carenza di talenti a livello globale è pari a 40 milioni di lavoratori qualificati, ed è destinata a raggiungere gli 85,2 milioni di lavoratori entro il 2030. Secondo Jeremy Lief, Partner, Transformation and Technology Consulting presso PwC, le carenze di skill rappresentano oggi una questione scottante in tutti i settori. "Tantissimi settori si trovano oggi a fare i conti con il problema della carenza di skill, non solo nel Regno Unito, ma in tutto il mondo. Non è un problema che si può risolvere semplicemente pagando", afferma.

Le aziende devono allineare la propria strategia di talent management alle esigenze future del business e, in un mercato in cui la domanda urgente di talenti supera l'offerta, upskilling, reskilling e cross-skilling del personale possono essere la soluzione. Secondo Lief, la riqualificazione della forza lavoro esistente contribuisce a creare un'azienda più resiliente e adattabile.

"Il problema non si risolve necessariamente assumendo dipendenti da altre aziende o altri paesi, perché nel mondo non ci sono abbastanza individui con le giuste skill. Ecco perché l'upskilling del personale è fondamentale", aggiunge.

Dalle difficoltà nascono grandi opportunità. Stuart Collins, Finance Partner presso BDO LLP, una società di audit, consulenza fiscale e business outsourcing, ha parlato dei primi successi conseguiti dalla sua azienda grazie a una strategia di talent management olistica. Ha messo in luce i traguardi raggiunti a livello di servizi condivisi e il modo in cui la sua società ha saputo affrontare tranquillamente le sfide poste dall'emergenza COVID-19.  

"Grazie all'utilizzo di strumenti agili, quali l'automazione robotizzata (RPA), per supportare lo smart working, siamo riusciti a ridistribuire gran parte del personale di assistenza e riqualificarlo. E i dipendenti hanno appreso nuove skill e assunto nuovi ruoli nel centro di servizi condivisi con grande entusiasmo", racconta Collins.

 

Il percorso verso l'accelerazione digitale è una maratona, non uno sprint.

 

Al di là del balzo digitale

Il passaggio al digitale attraverso la migrazione online o nel cloud dei processi di core business e l'adozione di nuove piattaforme è solo la punta dell'iceberg del percorso di digital transformation. Per ottenere vantaggi reali dall'accelerazione digitale, le aziende devono fare ricorso in modo molto più consistente a soluzioni tecnologiche quali advanced analytics, intelligenza artificiale (AI) e la pianificazione di scenari. 

"Abbiamo investito e stiamo tutt'ora investendo di più in soluzioni digitali, RPA e AI", dichiara Collins. "Uno dei nostri 10 progetti strategici principali è quello che chiamiamo il reporting commerciale. A questo scopo, utilizziamo in modo integrato i dati a tutti i livelli aziendali, inclusi dati provenienti da fonti esterne all'azienda, per ottenere insight su ciò che sta succedendo, quali decisioni prendere e con quali clienti e individui lavorare. Questo ci permette di scoprire nuovi modus operandi, e stiamo solo iniziando a sperimentare il potenziale di queste tecnologie", aggiunge. 

Le aziende capaci di ripianificare e rielaborare le previsioni al mutare delle condizioni sono meglio attrezzate per adattarsi agli eventi e prepararsi per il futuro. Grazie agli scenari simulati, le aziende potranno prendere decisioni basate sui dati anche in circostanze inattese. "È necessario disporre di dati standardizzati, affidabili e prevedibili che consentano di esplorare diversi scenari ipotetici in vari ambiti al fine di prendere decisioni aziendali più consapevoli", afferma Lief.

Di recente, BDO LLP ha implementato Workday Financial ManagementWorkday Human Capital ManagementWorkday Professional Services Automation. "In questo momento, stiamo sviluppando uno strumento di previsione e pianificazione aziendale per il processo di definizione del budget all'interno di Workday. Inoltre, Workday ci sta aiutando a progettare uno strumento di pianificazione delle risorse per le nostre attività di audit", spiega Collins.

Patrice Cappello, Global Head of Professional and Business Services Go-to-market di Workday, ha descritto la partnership a lungo termine e l'approccio collaborativo indispensabili per realizzare la digital transformation di un'azienda. 

"Quando incontro per la prima volta i dirigenti che stanno pensando di implementare Workday, dico loro: 'Se scegliete Workday, sarà una relazione molto lunga, e non ci riterremo soddisfatti fino a quando non avremo creato valore concreto per la vostra azienda'. Si tratta di un approccio unico nel suo genere per aiutare le società di servizi a implementare le soluzioni giuste", conclude. 

 

"Fidatevi dei vostri collaboratori. Per lavorare in modo agile è necessaria una buona dose di fiducia."

Steven Raymond, Executive Director, People Transformation, Capita

Il dilemma dei dati

Le tecnologie digitali generano una gran quantità di dati strutturati e non, che le aziende devono organizzare e trasformare in insight fruibili. Quale approccio devono adottare le società di servizi professionali nei confronti della gestione dei dati? 

"Le aziende hanno bisogno di sistemi e processi in grado di acquisire i dati, organizzarli e renderli accessibili, in modo che siano fruibili. Altrimenti non fanno altro che riempire i server e data center. […] Serve uno strumento che consenta di standardizzare i processi e rendere disponibili i dati a tutti i livelli aziendali", spiega Collins.

Steven Raymond, Executive Director of People Transformation presso Capita, la principale società di servizi professionali e di business process outsourcing del Regno Unito, ha sottolineato quanto sia importante poter fare affidamento su dati accurati per migliorare l'agilità aziendale.

"Dati accurati e processi di gestione efficienti sono requisiti imprescindibili per aumentare l'agility. Se oggi siamo più agili, lo dobbiamo all'attenzione che abbiamo dedicato a questi aspetti. Senza una base di dati solida, tutto quello che fai è inevitabilmente destinato a crollare."

Guida all'accelerazione digitale: strategie vincenti

Il percorso verso l'accelerazione digitale è una maratona, non uno sprint. Quali best practice possono implementare le aziende per promuovere la trasformazione e mantenere il controllo? In occasione del Workday Industry Insights EMEA, gli esperti hanno rivelato le loro principali strategie di accelerazione digitale.

Lief ha affermato che la cosa più importante è gettare le basi. 

  • "Servono un grande investimento, molto impegno e il coinvolgimento e la sponsorizzazione della dirigenza. Ma una volta compiuto questo passo, una volta costruita la piattaforma tecnologica e la piattaforma di dati, avrete tutti gli strumenti di cui avete bisogno per prendere decisioni aziendali in un contesto che non potete prevedere oggi. Pensate in maniera diversa e abbiate il coraggio di osare."

 

Secondo Collins, l'ingrediente segreto del successo è essere sempre al corrente di quello che pensano i dipendenti e confrontarsi con i colleghi del settore. 

  • "Noi parliamo con i dipendenti. Facciamo sondaggi. Organizziamo focus group. […] È importante essere in sintonia con i dipendenti. Ed è importante comunicare con gli altri professionisti del settore. Dedico buona parte del mio tempo a confrontarmi con i CFO di altre società di servizi professionali, ma anche di realtà molto diverse, e mi piace sentirli parlare delle sfide che devono affrontare e raccontare loro alcune di quelle che devo affrontare io. Cerchiamo di raccogliere più conoscenze che possiamo per prendere le migliori decisioni possibili."

Raymond si è dichiarato d'accordo con Collins. 

  • "Fidatevi dei vostri collaboratori. Per lavorare in modo agile è necessaria una buona dose di fiducia." 

Cappello ha chiuso il dibattito con un piccolo slogan ispirato: 

  • "Il mio consiglio è: abbracciate il digitale! Passate al digitale!" 

Guarda la sessione on-demand per ascoltare il parere di esperti e ospiti e per saperne di più su come le società di servizi professionali e aziendali hanno accelerato il loro percorso verso la digitalizzazione.

 

Leggi di più