Studio globale: I responsabili IT rivelano gli obiettivi chiave e le sfide necessarie per guidare l'accelerazione digitale

Dal nostro report emerge che i responsabili IT di aziende di qualsiasi dimensione sono intenzionati a far fronte alle nuove sfide legate a crescita del fatturato digitale e resilienza, a dispetto delle difficoltà dovute alla pandemia.

Image placeholder

L'incertezza che ha segnato il 2020 e la ripresa irregolare cui stiamo assistendo nel 2021 hanno messo in luce l'importanza di poter contare su flussi di fatturato digitale sicuri e il ruolo centrale del CIO nel garantire che l'azienda sviluppi le capacità digitali necessarie per sopravvivere.

"Agilità organizzativa: la roadmap per l'accelerazione digitale" è un report globale basato su un sondaggio condotto su 1.024 top manager e sui loro riporti diretti provenienti da 14 paesi e 12 settori. Dal report emerge che i responsabili IT e di Operations puntano su dati, processi e produttività per favorire l'agility e portare avanti l'accelerazione digitale. Come molti CEO, anche loro ritengono che l'accesso ai dati sia il motore di crescita della produttività, a differenza dei responsabili Finance e HR, che hanno indicato come fattore trainante il processo decisionale.

Il CIO ricopre un ruolo di importanza vitale nella "grande accelerazione" della digital transformation.

In tutti i settori e in tutti i ruoli sono emersi quattro dati fondamentali:

  • Il fatturato generato dai servizi digitali è dominante e in crescita. Oltre un terzo delle aziende (più del triplo rispetto al 2019) stima che entro tre anni almeno il 75% del loro fatturato sarà generato dal digitale.

  • La tecnologia intelligente sta sostenendo la crescita digitale. Le aziende che implementano l'intelligenza artificiale (IA), il machine learning (ML) o la robotic process automation (RPA) hanno più del doppio delle probabilità di raggiungere elevati livelli di fatturato digitale rispetto a quelle che sono in ritardo.

  • Cambiare gli strumenti è più facile che cambiare mentalità e abitudini. Nonostante più della metà delle aziende (56%) affermi che la propria tecnologia è compatibile con gli obiettivi di digital transformation, solo il 16% sostiene lo stesso della cultura della propria azienda. Adottare nuove tecnologie per semplificare i flussi operativi e aiutare i dipendenti nei loro ruoli quotidiani è fondamentale per migliorare il ROI tecnologico.

  • L'agilità genera resilienza. Un terzo dei leader concorda che una crescita digitale più rapida migliora la resilienza aziendale. Ad esempio, è più probabile che le aziende che hanno reagito rapidamente alla pandemia abbiano integrato funzioni di agility come l'accessibilità ai dati e la collaborazione interfunzionale.

Dal sondaggio emerge che i responsabili IT e di Operations mettono al primo posto la transizione dell'azienda verso un modello altamente tecnologico. I responsabili IT sono consapevoli di rivestire un ruolo centrale in questa transizione. Le skill più preziose per l'IT sono le tecnologie intelligenti (33%), advanced analytics e visualizzazione dei dati (30%). Per garantire l'accessibilità ai dati servono le competenze tecniche dei team IT e Operations. Tra le aziende che hanno dichiarato di offrire ai dipendenti la completa accessibilità ai dati, il 53% ha sottolineato l'importanza della sicurezza informatica, della privacy e della conformità per garantire l'accesso ai dati.

Implementare la giusta tecnologia è fondamentale

Il 2020 ha messo in crisi buona parte del mondo del business, facendo maturare nei responsabili IT e di Operations la consapevolezza dell'importanza di poter fare affidamento su flussi di entrate sicuri legati al digitale, come emerge dal report. Il 36% delle aziende oggi stima che entro tre anni una percentuale compresa tra il 75% e il 100% del proprio fatturato sarà generata dai servizi digitali, il triplo delle aziende rispetto al 2019.

CIO, COO e responsabili IT e di Operations svolgono un ruolo cruciale nella pianificazione e nell'implementazione delle giuste tecnologie. Sarebbe impossibile sostenere la crescita dei flussi di fatturato legati al digitale senza le giuste conoscenze, la giusta esperienza e le giuste skill. I manager IT e di Operations sanno anche che l'integrazione di decisioni basate sul fatturato nella strategia di innovazione tecnologica di un'azienda può contribuire ad aumentare i profitti e migliorare l'efficienza complessiva. 

Per favorire il passaggio al fatturato legato al digitale, il 30% degli intervistati ha dichiarato che è necessario aumentare gli investimenti in tecnologia per potenziare la forza lavoro e garantire la resilienza in caso di crisi future. 

Dal sondaggio emerge una resistenza alla transizione digitale

Quando è stato loro chiesto cosa renda più agevole la transizione al digitale, il 45% dei responsabili IT e di Operations ha indicato policy di sicurezza informatica, privacy e/o conformità allineate ai loro obiettivi. È interessante notare che solo il 16% ha indicato la cultura aziendale come l'ambito più allineato agli obiettivi di transizione digitale dell'azienda. Come si intuisce dai numeri, la resistenza al cambiamento è ancora molto forte, nonostante l'evidente esigenza di una maggiore integrazione con il mondo digitale. 

Le tecnologie intelligenti sono indispensabili per garantire resilienza e adattabilità di fronte alle imprevedibili crisi future e, una volta superata la crisi, contribuiscono ad accelerare la crescita dei profitti legati al digitale. I CIO con una vision tecnologica solida che si assumono la responsabilità non solo di implementare le nuove tecnologie ma anche di trasformarle in valore aggiunto per l'azienda possono contribuire al raggiungimento di grandi risultati.

Aprire la strada a nuove tecnologie e nuove skill

La crescita digitale richiede skill digitali. Quasi l'80% dei dirigenti aziendali concorda sul fatto che l'accesso a dati pertinenti favorisce il processo decisionale dei dipendenti a tutti i livelli. Per rendere utili i dati, le aziende possono integrare funzionalità quali pianificazione costante e metriche agili nei flussi di lavoro quotidiani. I CIO possono fare la differenza scegliendo soluzioni che offrano a tutti gli insight giusti al momento giusto. 

La buona notizia per i CIO è che la maggioranza degli intervistati ritiene che il reparto IT sia quello meglio allineato con gli obiettivi di digital transformation. La cultura aziendale, invece, è considerata l'area del business meno in sintonia con gli obiettivi di digital transformation. Benché generalmente la cultura aziendale non rientri tra le responsabilità dell'IT, questi dati evidenziano il contrasto tra la convinzione che la digital transformation sia solo un gioco tecnologico e la realtà che prevede un allineamento a tutti i livelli dell'azienda. 

I CIO possono muovere i primi passi per colmare questo gap cercando opportunità di trasformazione della cultura aziendale all'interno della propria linea di business. Ad esempio, i responsabili IT e di Operations che abbiamo intervistato hanno dichiarato che uno dei principali ostacoli all'accesso self-service a dati tempestivi e affidabili è l'eccessiva dipendenza dall'IT. I manager tecnologici più versati nel digitale stanno facendo il possibile per assicurarsi che propri reparti non interferiscano con la democratizzazione delle informazioni. 

Ma come fare in modo che i dipendenti senza competenze in ambito IT si sentano abbastanza sicuri da utilizzare le nuove tecnologie in autonomia? Secondo i team IT e di Operations, l'accesso ai dati è essenziale per la pianificazione costante. Più della metà (56%) dei responsabili IT e di Operations ha dichiarato che per migliorare l'agilità organizzativa servono dati chiari, accurati e affidabili, oltre che solide skill di analisi dei dati (54%).

L'agility genera resilienza

Nel 2020, il continuo mutamento delle prospettive globali ha costretto più volte le aziende a riorientarsi rapidamente. Tuttavia, solo il 43% delle aziende intervistate ha dichiarato di adottare un approccio continuativo alla pianificazione. Di queste, il 50% riesce a farlo grazie all'accesso ai dati in tempo reale. I responsabili IT e di Operations puntano su dati, processi e produttività per favorire agilità e scalabilità, mentre i responsabili Finance e HR mettono al primo posto il processo decisionale. 

Come ha affermato Olli Hyyppä, CIO di NXP Semiconductors, "Stiamo muovendo i primi passi nel campo dell'analisi predittiva e cercando di capire prima quello che potrebbe accadere e poi se è possibile fare qualcosa per evitare che accada. Per riuscirci, dobbiamo cambiare approccio, lasciandoci alle spalle quello reattivo adottato finora."

L'uso delle tecnologie digitali consente di allineare più agilmente le metriche e gli obiettivi aziendali alla maggiore capacità della forza lavoro. I CIO svolgono un ruolo centrale nel miglioramento dell'agilità organizzativa, e il 53% degli intervistati ha dichiarato che l'uso di sistemi altamente integrati è stato determinante nel promuovere un approccio agile alla misurazione dei risultati.

È interessante notare che i responsabili IT e di Operations sono meno propensi dei CEO a concordare sul fatto che l'accesso a dati pertinenti favorisce il processo decisionale dei dipendenti a tutti i livelli. Solo il 76% dei CIO e dei COO ritiene che l'accesso ai dati abbia favorito il processo decisionale, contro quasi il 90% dei CEO. Il motivo potrebbe essere che i responsabili IT e di Operations hanno una maggiore visibilità rispetto ai CEO sul modo in cui i dipendenti usano i dati e sulle difficoltà che questo comporta. È dunque importante considerare il loro punto di vista quando si parla di promuovere una cultura basata sui dati. 

I CIO guideranno la transizione a un'economia globale basata sul digitale

Il CIO ricopre un ruolo di vitale importanza in quella che alcuni definiscono la "grande accelerazione" della digital transformation. Grazie alla visione realistica che hanno i manager tecnologici della funzione dell'IT in azienda, i CIO sono nella posizione ideale per adottare un approccio agile e innovativo per aumentare il fatturato digitale e ottenere il massimo dalle tecnologie intelligenti. Coloro che pianificano in modo continuo, prendono decisioni basate sui dati e mettono al primo posto l'adattabilità saranno in grado di guidare la propria azienda verso il futuro digitale.

Leggi il resto del report (disponibile per il download qui) per scoprire come le aziende si affidano ai CIO per favorire crescita e agilità con il digitale in un mondo che cambia continuamente.

Leggi di più